Da chi la usa per tenersi compagnia negli sposta- menti quotidiani, a chi ama
ascoltarla ad altissimo volume, a chi, invece, piace sentirla prima di andare a dormire; la musica ha quel suo fascino speciale che riesce a connettere in un modo o nell’altro tutte le persone a un ricordo, un’emozione o un esperienza vissuta. Ed è proprio da questa passione per la musica che, nel 2014, dall’idea di Federico mauri e Gianluca Merazzi, nasce un ambizioso progetto che si propone di mettere i giovani sulla stessa lunghezza d’onda sfruttando proprio il “potere della musica”.

Radio Funky è una web radio dalla quale è possibile sentire musica di ogni genere e sempre al passo con i tempi, direttamente remixate da alcuni ragazzi che si dilettano in questa attività. Il progetto, al momento, è attivo solo in parte: dal sito www.radiofunky.it è già possibile ascoltare la musica; ma dopo tre anni di progettazione, questa radio vorrebbe diventare qualcosa di più.
L’idea iniziale era quella di poter costruire uno strumento di comunicazione efficace e alla portata di tutti, che potesse offrire musica e contenuti, pensati da ragazzi e giovani per i propri coetanei. Il progetto è supportato dall’Oratorio di Besana, la quale ha offerto la possibilità di utilizzare un locale nel quale poter coordinare questa attività.
Ad oggi, Radio Funky conta la presenza di 17 ragazze e ragazzi che si stanno mettendo in gioco in diversi modi: chi prestando la propria voce come speaker, chi mettendo in gioco la propria abilità nel mixare canzoni, chi studiando e proponendo argomenti interessanti che possano diventare oggetto di riflessione per gli ascoltatori. Uno degli obiettivi primari è quello di far conoscere l’iniziativa sul territorio brianzolo, sul quale in primis si vorrebbe lavorare.
Altro importante traguardo sarebbe poter passare dall’essere solamente una web radio ad avere una frequenza AFM che consentirebbe di sintonizzarsi con la radio anche dalla propria macchina. Questa modesta e allo stesso tempo ambiziosa iniziativa si configura come l’occasione per mettere al centro la voce dei giovani, che molto spesso non trovano posto nella nostra società. I ragazzi infatti, partendo dal loro interesse per la musica, potranno dilettarsi nel “fare radio”, scoprendo nuove cose su questo interessante mezzo di comunicazione e dando vita a un prodotto concreto dalla grande utilità, che sarà capace di mettere in contatto gli stessi ragazzi e non solo.

 

Articolo tratto da: Il Besanese

Scarica Articolo originale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat